Le piattaforme di Social Networking sono popolate da persone che non sentono più la necessità di mettersi esclusivamente in vetrina: si è diffuso un atteggiamento di sobrietà che rende irrimediabilmente sorpassate certe sfaccettature del protagonismo e del potere, ancora presenti in molti contesti di lavoro.

Ecco alcune voci che possiamo ‘udire’ nella Rete.

Valerio:  “I leader che si comportano in maniera emotivamente intelligente sono in grado di tirar fuori dagli altri risultati positivi perché sono sintonizzati sulle emozioni che muovono le persone che li circondano. In tal senso, il termine emozione va inteso secondo il significato etimologico del termine (dal latino e-movere, ovvero muovere da) come energia risvegliata che prende una direzione ben precisa: più ci si alza di livello in un’organizzazione, più le competenze emotive diventano importanti.”

Gabriele:  “Concordo con Valerio ed aggiungo tra le qualità anche l’etica perché di leader molto bravi e molto negativi ne è pieno il mondo, sono rari coloro che hanno onestà e coraggio, lealtà e visione, intraprendenza e ascolto.”

Fiorella:  “A mio parere il leader è come il regista che si spinge oltre i  suoi  binari per inquadrare la scena dall’angolazione più adatta. Il leader deve sapere, saper fare, saper essere, saper far fare, tutto in base alla situazione e la persona che ha di fronte. E’ in grado di agire in maniera diversa muovendosi dall’estremità autoritaria all’angolo del coach. Il leader ideale è eclettico e ben preparato: la leadership parte da un’ottima conoscenza di sé.”

Nell’affrontare il problema di leadership egocentriche che non sono più gradite a colleghi e clienti, possiamo prendere ispirazione da alcune tendenze che si stanno imponendo sul mercato e che rivelano una evoluzione della percezione del ‘senso di benessere’ ricercato dalle persone. Ad esempio, il riutilizzo ed il riciclo rappresentano alcuni dei modelli ecologici che segnalano il nuovo orientamento dei consumatori; il vintage, fenomeno che coinvolge prevalentemente il mondo del design e della moda, con il quale oggetti precedentemente dismessi prendono nuova vita all’interno di uno scenario che ne esalta le doti di irripetibilità e irriproducibilità: in questi settori è proprio il loro essere fuori produzione che attrae il mercato verso questi vecchi oggetti.  L’abito o l’accessorio vintage si differenzia e contraddistingue dal generico “seconda mano” poiché la caratteristica principale non è tanto quella di essere stato utilizzato in passato, quanto piuttosto il suo essere testimonianza dello stile di un’epoca passata e di caratterizzare quindi alcuni tratti iconici di un particolare momento storico della moda, del costume, del design che influenza gli stili di vita contemporanei.

La possibilità di rendere ancora utilizzabili, ovvero ri-utilizzabili, stili di leadership che non riscuotono più alcuna attrazione è un’ipotesi adottabile solo in quei casi in cui esiste un’autentica e dimostrata disponibilità delle imprese ad entrare in sintonia con i nuovi valori relazionali. Tale ipotesi dovrebbe essere incentivata dall’adozione di iniziative che supportano l’affermazione di nuovi modelli di partecipazione e il tramonto di stili di leadership ormai inopportuni.

La sensibilità di consumatori e dipendenti è cambiata: uno stile che ha superato i tempi della sua attualità può anche essere inoffensivo all’interno di un meeting aziendale, ma se interagisce con altre componenti di un sistema più ampio e in particolar modo con il mercato attuale, produce effetti negativi.

Alle aziende e ai manager che desiderano rinnovare il “peso” della loro leadership proponiamo un modello che si basa sull’ecologia della leadership, modello che prende forza dalla levità del senso creativo e dalla compatibilità e nel rispetto di una professionalità preliminarmente etica.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: