Global Trends Report 2013: ridistribuzione del valore

Front+cover+picdi Rosanna Del Noce

Il Global Trends Report 2013 mette in evidenza le tendenze a cui il mondo imprenditoriale deve fare attenzione se vuole rimanere al passo con i mutamenti dei modelli di scelta e consumo. Ecco qui di seguito i principali trend che caratterizzano i prossimi scenari di mercato:

Tutto è social: le nuove generazioni e il loro mondo digitale invadono gli scenari economici
Mobile e connettività giocheranno un ruolo sempre più decisivo nel futuro contesto imprenditoriale: l’evoluzione dei media ha modificato la comunicazione, e quindi le relazioni, spostandola da una modalità one-to-many ad una modalità many-to-many. Gli attori che giocheranno un ruolo fondamentale in questo nuovo scenario sono le persone che lavorano all’interno delle aziende. Sono loro infatti i primi interlocutori e testimoni di realtà imprenditoriali che oggi i consumatori vogliono conoscere dall’interno e non mediante spot e iniziative commerciali.

Il consumatore sta vincendo la lotta per l’affermazione di nuovi valori economici e sociali
Nell’economia “senza proprietà” cresce lo shared-with-me, ovvero la preferenza verso le esperienze che possono essere condivise e che siano anche socialmente utili. Questo trend ha origine nel rafforzamento di un senso di collettività, descritto da ToBeNetwork, alla fine del 2011, che ha segnato anche l’obsolescenza del senso di appartenenza aziendale e il contemporaneo diffondersi del sentimento di vicinanza professionale.

Tutto è distribuito: la mobilità della produzione e dei consumi
Aumenta la distribuzione degli strumenti e delle risorse per acquisire e creare valore. Sempre più distribuiti anche il lavoro e la produzione di energia, mentre le piattaforme didattiche di massa  rivoluzionano l’istruzione. Meno controllo, più serendipità e sincronismo segnano i nuovi processi di conoscenza e confermano le potenzialità economiche del modello di Social CoTraining proposto da ToBeNetwork, come strumento da implementare nell’azienda.

– Guerre geopolitiche: la lotta per il controllo del futuro
I Brics e le altre economie in forte espansione, saranno i protagonisti del controllo economico e dello sviluppo sociale. Si profila uno scenario con un mercato multipolare, basato su economie, sistemi sociali e politici enormemente differenti. Cala la fiducia nei Governi, cresce nazionalismo e il potere dei cittadini.

social-trends-thumb11392504

L’escalation dei conflitti per le risorse: da un mondo di abbondanza a un mondo di scarsità
In futuro avranno un ruolo fondamentale le nuove tecnologie e la revisione dei modelli di consumo: con molta probabilità saranno le imprese, e non i Governi, a fare da traino.

Le imprese prendono l’iniziativa: dal profitto al progetto sociale
Progetto sociale significa sostegno e sviluppo di un illimitato mercato di efficienti scambi di tempo, spazi, risorse, beni, etc. Molte imprese stanno rispondendo a questo nuovo trend con iniziative sociali che ricevono il gradimento di stakeholders, dipendenti e consumatori. Questo traguardo sarà alla portata delle aziende consapevoli della necessità di dotarsi, prima di tutto al proprio interno, di una cultura e di una vision sociale che rispetti le istanze della coevoluzione 2.0

– La sfida della sicurezza
La conoscenza e l’informazione sono fonte di evoluzione e vantaggio competitivo. In questo cyberspazio aperto ed esteso, la sfida è creare e sostenere network abitati da persone che sviluppano un senso di comunità che difende da attacchi esterni ed evita la dispersione di informazioni.

Il sistema finanziario cambia volto
Le imprese cercano nuove soluzioni di finanziamento e i consumatori alternative. Fra le tendenze già attuali ci sono aziende ed organizzazioni, come i L.E.T. – Local Exchange Trade, che non usano contanti e che hanno rimesso in moto il sistema del baratto e delle valute complementari. Le chiavi d’accesso a questi sistemi sono la fiducia, il senso di collettività e la condivisione responsabile.

Per rispondere al meglio a queste tendenze è necessario rivedere alcuni modelli imprenditoriali, comprendere la centralità strategica dell’area HR e dei dipendenti, focalizzarsi su priorità come l’integrazione culturale tra X e Y Generation e l’acquisizione di una visione aziendale sintonizzata con l’ecosistema 2.0.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: