I tuoi prossimi dieci minuti nel futuro

di Rosanna Del Noce

Una recente ricerca fatta da Mtv in 15 diversi Paesi ci offre un’immagine dei giovani come di una generazione sempre connessa e con il mito della famiglia. Comunicano utilizzando strumenti e linguaggi veloci, preferiscono il benessere della collettività all’individualismo. I mezzi a loro disposizione non contemplano le scorciatoie; sono persone che vogliono farcela senza sgambetti o favoritismi. I dati di tale indagine sono rimbalzati su quotidiani, dibattiti politici e forum.

In molti hanno specificato le percentuali di risposta della ricerca e ancora di più sono stati coloro che hanno lasciato intendere che questi giovani sono “senza futuro” e che hanno comunque la responsabilità di renderlo migliore. Jeffrey Sachs, economista della Columbia University afferma che quando questi giovani saliranno al potere, riusciranno a cambiare la società  ricostruendola non sul consumismo ma sull’umanesimo responsabile.

Sembra quindi che dobbiamo delegare ai giovani il peso delle azioni che portano al cambiamento sperato. Li intervistiamo per conoscerne ideali e abitudini e poi ci precipitiamo a tracciare tutte le possibili differenze con la Generazione X, tra loro e noi.  Dopo esserci dilungati a commentare tratti e percentuali, gli consegniamo la responsabilità del futuro. Possiamo anche consegnargli le chiavi del futuro, ma se perseveriamo ad imporgli le attuali zavorre politiche e aziendali sarà arduo per la “nuova generazione” riuscire a generare l’evoluzione attesa.

Per avere un futuro è indispensabile impegnarsi nella rigenerazione del presente. Nel presente ci siamo noi con le competenze, le aspettative e la capacità di creare e ricreare. Nel presente ci siamo noi, responsabili e dipendenti di aziende pronte ad investire sulle idee della Generazione Y. Investire risorse economiche però non basta. Ognuno di noi ha il preciso dovere di ringiovanire la mentalità sociale e aziendale. Il motore delle intuizioni e dei valori della Generazione Y perde inevitabilmente potenza dentro pesanti carrozzerie imprenditoriali ed ingranaggi che hanno già dimostrato di non essere più efficaci. Troppo semplice sentenziare che oggi questi “giovani sono senza futuro”. Parliamo dei giovani per non ammettere che siamo noi quelli che non sanno in che direzione guardare. Ci si evolve solo alzando lo sguardo verso la realtà e ripartendo dalla verità. Dirottare le speranze verso il deserto delle illusioni, è come chiedere al futuro di non esistere. Basta con queste irrazionali richieste. Basta con il ripetere che “i giovani sono senza futuro”. Chi ha voglia di continuare a spargere polvere di paura è invitato a lasciare al più presto quel recinto di immobilità ed esitazione nel quale nessuno vuole più stare. Per avere un futuro, è indispensabile impegnarsi nella rigenerazione del presente.

Non c’è più tempo per la paura e le illusioni. C’è l’urgenza e la voglia di correre immediatamente verso quell’onda di emancipazione. Tutto è disponibile a trasformarsi in adrenalina, stupore e benessere. SONO I TUOI PROSSIMI DIECI MINUTI NEL FUTURO E SONO I PROSSIMI…!

Annunci
1 commento
  1. Jessica Di Bona ha detto:

    Sono d’accordo con quanto esposto sopra. Credo sia importante rivolgere l’attenzione ai mezzi che i giovani hanno a disposizione, invece di continuare a ripetere che non c’è futuro.
    I cambiamenti sono inevitabili, ed è bene assumere atteggiamenti di comprensione e adattamento, invece di giudicare negativamente e basta. Inoltre credo che i giovani, benché facciano largo uso dei nuovi mezzi che quest’epoca propone, non abbiano l’esperienza necessaria per riuscire a prendere le redini delle reali possibilità che questi offrono, quindi è importante che vengano “guidati” da persone più esperte e lungimiranti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: